Recensione "Il circo del mare" di Maurice Fay - Triskell Edizioni

Titolo: Il circo del mare
Autore: Maurice Fay
Data Pubblicazione: 17 gennaio 2022
Editore: Triskell
Genere: Fantasy

Trama: Per sfuggire al massacro del suo popolo, il sireneide Fati cerca rifugio in un peschereccio, ma viene venduto a Ismael, lo spietato proprietario del Circo del Mare. In fuga dal passato, catapultato in un presente ancora peggiore, deciso a scappare e trasformato nell’attrazione principale del circo, Fati si ritrova invischiato in una società che non conosce, quella umana, fatta di maschere e sottintesi, e quando un efferato delitto si consuma fra gli artisti, la possibilità di fuggire e tornare negli abissi gli si presenta, ma inizia a chiedersi se sia ciò che vuole davvero. Possibile debba scendere a patti proprio con Ismael e collaborare per scoprire il colpevole? Una cosa è certa: l’assassino non può essere la Bestia, nonostante tutto sembri ricondursi a lui. Fati sa che è innocente e intende dimostrarlo, ma ecco che gli abitanti del circo iniziano a sparire misteriosamente.
Riuscirà a risolvere questo enigma e a salvare tutti quanti?
RECENSIONE DI MARINA
Fati, è un sireneide che sta cercando la libertà dopo il massacro dei suoi cari, e qui mi viene da dire un detto popolare; dalla padella alla brace, e sì, perché il poverino per scappare dagli uomini squalo finisce impigliato in una rete di pescatori. Cosa ne sarà di Fati? È la prima volta che leggo quest’autore, pur avendo altri suoi libri in attesa,
l’ ambientazione è tra il mare e la terra ferma, dove la tematica lotta tra la libertà e la giustizia,
I personaggi sono ben caratterizzati e la narrazione fluida nella sua semplicità, può essere letta anche da un adolescente, infatti il linguaggio è semplice e pulito.
Nel leggere questo romanzo mi sono ritrovata tra creature immaginarie, e sognare non fa mai male, anzi, allieta la monotonia di un giorno diverso, come sprofondare tra gli abissi e entrare in un circo. Non ho percepito grandi emozioni se non la rabbia, la rabbia per le ingiustizie, la rabbia perché non tutto può andare come vogliamo.
Sicuramente un romanzo per evadere e lo consiglio a chi piace il genere.

Non bisognerebbe mai aspettare quando è troppo tardi per dire le cose importanti.
Post Views: 3.442