RECENSIONE "PURPLE LILIES" DI LAVINIA MORANO BRE EDIZIONI

Titolo: Purple lilies
Autrice: Lavinia Morano
Casa editrice: Brè
Data pubblicazione: 2019
Genere: Fantasy
Trama: “Purple Lilies” è un romanzo Dark Fantasy la cui tematica principale è l’idea che ogni essere vivente custodisca dentro di sé, in un angolo profondo del proprio animo, qualcosa di buono, puro e incorruttibile. Nel corso del romanzo si intrecciano storie differenti che vanno via via fondendosi in un unico racconto. Le storie principali sono tuttavia tre. La prima è quella di Clara, una ragazza che presto andrà a lavorare in un istituto per orfani sul quale circolano strane voci a proposito di streghe e di bambini scomparsi nel nulla. L’estate che precede l’inizio del suo nuovo lavoro sarà segnata da un viaggio in Egitto costellato da cattivi presagi e incubi, che sembrano metterla in guardia contro un imminente pericolo. Lei e suo cugino Luke, per il quale la ragazza prova più che semplice affetto, scopriranno di avere una missione da portare a termine e una vita da salvare. Contemporaneamente viene narrata la storia di Lilith e Keith, la coppia che gestisce l’istituto nel quale Clara andrà presto a lavorare. Dalle loro parole emerge che vi sono altri motivi dietro l’assunzione di Clara e che uno sconvolgente mistero si cela tra le mura di quell’istituto. Si fa più volte riferimento a una “Confraternita” della quale i due sarebbero a capo e i cui membri non appaiono completamente umani. La terza storia è quella di Hope, nome che significa speranza, una degli orfani dell’istituto in questione. Hope è una bambina con poteri speciali ma il cui unico desiderio è quello di riavere sua madre e trovare il calore di una famiglia. Lei intreccerà i destini di Luke e Clara con quelli di Keith e Lilith, fino a fonderli, in un crescendo emozionante e sorprendente. Vivrete questo “romanzo-viaggio” come una esperienza extrasensoriale che lascerà un segno nel vostro cuore. Come un giglio viola.

RECENSIONE DI SERENA

Questo è un romanzo dark fantasy. Qui si intrecciano tre storie. La prima è quella di Clara, una ragazza che andrà a lavorare in un istituto per orfani sul quale circolano strane voci a proposito di streghe e di bambini scomparsi nel nulla. Lei e suo cugino Luke, per il quale la ragazza prova più che semplice affetto, partono per un viaggio in Egitto e lì si innamorano. Il padre e Luke non hanno un buon rapporto. Il padre scopre di avere un cancro e svela a Luke che Clara non è sua cugina perché Luke non è suo figlio. Contemporaneamente viene narrata la storia di Lilith e Keith, la coppia che gestisce l’istituto nel quale Clara andrà presto a lavorare…
Il romanzo è ben scritto, 500 pagine intense e scorrevoli, ricche di emozioni piene di suspense e colpi di scena. i personaggi sono ben caratterizzati e l’intreccio tra le tre storie è ben sviluppato e ci tiene con il fiato sospeso sino all’ultima riga.
Leggere questo romanzo è stato come essere dentro un film, uno stile semplice associato a una trama di forte impatto, mistero e amore si intrecciano in un connubio perfetto. Avvincente e coinvolgente Lavinia è riuscita a catturare l’attenzione del lettore, unica pecca ma per un gusto mio personale, il linguaggio forse troppo scurrile, essendo una bambina di Hope!
Vi consiglio questa lettura!!!
Post Views: 101